CHIANCA TONNINA

Galleria

This gallery contains 6 photos.

“CHIANCA TONNINA” Descrizione La struttura Chianca Tonnina è ubicata nella campagna di Bari su un terreno recintato di 50.000 m° con alberi di olivo ed una pineta estesa per 10.000 m°. La struttura si trova sul prolungamento di via Caldarola nel tratto di strada di campagna che comincia dal ponte di japigia (nei pressi del Polivalente – Palaflorio – Teatro … Continua a leggere

ALTRE DELIZIE

PERE AL CIOCCOLATO   Far cuocere a fuocolento le pere (meglio le kaiser) private della buccia in acqua zuccherata e con aggiunta di scorza del limone. In altro tegame far sciogliere cioccolato fondente nel latte. Sbriciolate qualche biscotto che aggiungerete alla cioccolata. A cottura ultimata ponete le pere in un piatto e copritele con la cioccolata calda.   POLENTA DI … Continua a leggere

LA RINITE ALLERGICA NEL BAMBINO

La rinite allergica è una malattia che consegue a una reazione immuno-mediata di tipo IgE verso un particolare allergene nei confronti del quale il soggetto è sensibilizzato. E’ caratterizzata da uno o più dei seguenti sintomi: rinorrea acquosa, starnutazioni, prurito e ostruzione nasale; in alcuni casi è presente un consensuale interessamento della mucosa oculare che si manifesta con lacrimazione, prurito … Continua a leggere

AUMENTO DI VOLUME DELLE TONSILLE ED ADENOIDI (APNEE RESPIRATORIE)

AUMENTO DI VOLUME DELLE TONSILLE ED ADENOIDI (APNEE RESPIRATORIE)   La patologia respiratoria ostruttiva risulta essere di particolare rilevanza nei soggetti di giovane età: infatti l’incidenza nei bambini dai due ai cinque anni si aggira attorno all’1-3%. La causa più comune in età pediatrica è l’aumento di volume  delle adenoidi e tonsille. La patologia. La sindrome delle apnee ostruttive è … Continua a leggere

E’ meno dannoso succhiarsi il dito o il succhiotto?

La capacità di succhiare rappresenta la prima attività muscolare coordinata del neonato. E’ una conoscenza acquisita in epoca prenatale (17.ma-32.ma settimana di vita uterina), verosimilmente grazie a un “allenamento” intrauterino effettuato con il succhiamento del pollice . Il bambino, in questo modo, è in grado di succhiare il latte materno o quello del biberon sin dalla nascita. Il riflesso suzione-deglutizione … Continua a leggere

” Il fritto??? Ma è cosi pesante….”

Il fritto diventa indigesto se si sceglie un grasso di bassa qualità, quando questo è stato utilizzato più volte, se il risultato gronda unto da tutte le parti. Ma ogni volta che friggete ortaggi freschi appena velati di farina, uova o pastella, cotti esclusivamente in olio extravergine d’oliva non riutilizzato, seguiti come si deve in cottura e scolati e asciugaticon … Continua a leggere

Perchè usare il biberon di vetro anzichè quello in plastica

LA FDA STATUNITENSE (agenzia per i medicinali e la sicurezza alimentare degli USA) LANCIA L’ALLARME SUL BPA NELLA PLASTICA Tornano i timori sul Bisfenolo A (BPA), un composto impiegato nella produzione di bottiglie, tazze e biberon di plastica. Secondo la FDA il BPA potrebbe nuocere alla salute attraverso effetti potenzialmente negativi su cervello, comportamento e prostata di neonati e bambini. Insieme ad … Continua a leggere

STITICHEZZA

LA STITICHEZZA IN LATTANTE D’ETA’ INFERIORE AI 6 MESI Per fare diagnosi di dischezia (defecazione difficoltosa o dolorosa) in un lattante di meno di 6 mesi di età devono essere presenti le seguenti manifestazioni: Episodi di almeno 10 minuti di spinte e pianto prima di riuscire a scaricare delle feci morbide; Nessun altro problema organico; La storia clinica, compresa l’alimentazione … Continua a leggere

STITICHEZZA

STITICHEZZA A DUE ANNI D’ETA’ Potresti cominciare a notare questo problema nel tuo bambino in coincidenza con l’utilizzo del vasino. La stitichezza o stipsi consiste in una diminuizione dell’attività dell’intestino che provoca un rallentamento dei movimenti che gli consentono di svuotarsi: l’effetto che ne deriva è quello di un transito delle feci più difficoltoso e un’evaquazione meno frequente. Non devi, … Continua a leggere

Capricci…..

       ·      Si rifiuta di andare a nanna: L’ora della nanna tende sempre a suscitare le reazioni di rifiuto dei bambini, in quanto la notte è da loro identificata come un momento di rottura rispetto alla realtà rassicurante del giorno, in particolare in questa fase critica in cui alla solita ansia si aggiunge la volontà di trasgredire a una regola … Continua a leggere